Archivi categoria: Fotografia

GIVI XS310

Questa settimana ho fotografato una borsa GIVI nata per essere montata sul coperchio delle nuove valige in alluminio Trekker Outback ma adattabile anche al portapacchi optional per la maggior parte dei bauletti GIVI Monokey®.

La prima foto mostra il setup: key light dall’alto, fill con uno stripbox (rapporto 2:1 – la fill light è 1/2 della potenza della key) piazzato frontalmente e due white board ai lati per abbassare il contrasto.

DSC_0191

La foto qui sotto mostra il risultato finale, nessun fotoritocco.

AMB_5422

Mirrorless Round 2: Nikon V1

IMG_2615Dopo una deludente (e rapidissima) parentesi con la Canon EOS M, oggi mi è arrivata la piccola Nikon V1.

I suoi punti di forza sono l’AF velocissimo e la presenza di un viewfinder elettronico integrato, uno dei fattori (ovvero la sua mancanza) che mi ha convinto ad abbandonare la EOS M.

Il problema principale della Serie 1 di Nikon sta nelle dimensioni del sensore CX da 1″ ovvero poco più di 1/4 della grandezza del sensore APS-C della EOS M.

I limiti, secondo le recensioni online, dovrebbero essere la risoluzione e la resa agli alti ISO, mentre pare che la gamma dinamica sia comunque eccellente. Il forte fattore di crop (2.7x) annulla inoltre qualsiasi speranza di avere una profondità di campo bella stretta per usare lo sfuocato in modo creativo.

Il sensore della Canon EOS M era in effetti eccellente: ottimo agli alti ISO, con dei passaggi tonali eccellenti ed una risoluzione spettacolare. Lo stesso sensore ce l’ho nella mia piccola EOS SL1 ed infatti mi piace molto. Ma della M ho davvero odiato la UI (User Interface), il touchscreen non completamente disinseribile e la totale assenza di un mirino elettronico.

Vediamo se riuscirò a tenere questa V1 un po’ più della settimana che ho resistito con la EOS M!

P.s.: grazie all’amico Domenico Valente che mi ha fatto notare come confondessi “mirrorless” e “micro 4/3”!

AGGIORNAMENTO: l’ho data via oggi, 16 maggio 2014. Gran bell’oggettino, bei file, ottima tenuta nelle situazioni di alto contrasto… semplicemente non mi trovo con questo tipo di fotocamere. Credo darò un’ultima chance alla Sony A6000 e poi mi rassegnerò al fatto che arrivando dalla vecchia guardia le macchine per me sono le reflex.

AGGIORNAMENTO 2: oggi, 14 luglio 2014, ne ho presa un’altra refurbished per $249 da Adorama. Per quel prezzo avere una compatta che scatta in RAW, con l’AF così veloce e file di alta qualità anche in luce non eccezionale è un must 🙂

Lightroom CC Auto Tone Preset

La vista dalla mia stanza d’albergo a Daytona, in una giornata uggiosa verso sera: ho semplicemente applicato il Preset Auto Tone (Lightroom General Presets) in Lightroom CC e devo dire che il risultato mi ha sorpreso!

IMG_2270

Ecco come appariva la JPG nuda e cruda (Canon EOS SL1 e Canon zoom EF 20-35 3.5~4.5 USM – zoom 35mm, 1/60 sec a f5.0 ISO 160)

IMG_2270

Rachel

Per questa foto ho ricevuto dal cliente una richiesta abbastanza strana: Rachel ha 23 anni ma ne dimostra 17 (davvero!) quindi mi ha chiesto di farle un ritratto per il suo curriculum che la facesse sembrare “più vecchia”.

AMB_4236

Il setup lo vedete qui sotto, ed è il classico “clamshell” ovvero “conchiglia”. La luce A (octodome medio) è la key light, la luce B (softbox medio) fa da fill per schiarire le ombre ed abbassare il contrasto sotto il mento. Sullo sfondo la luce C ha un gel blu per dare un tono meno drammatico al nero del rotolo di carta. Il cliente era posizionato in piedi dove c’è la X. Il rapporto tra key e fill è 2:1 ovvero la luce B è regolata a metà della potenza della luce A.

IMG_1757

Dati macchina: Canon EOS 5D MKIII, Canon EF 85mm 1.8 USM a f8, tempo 1/125 sec ISO 100.

Credo di essere riuscito nell’intento di far sembrare Rachel un po’ meno giovane, soprattutto grazie all’effetto dato dallo sfondo più scuro del solito grigio medio che si usa in questi casi, e dalla scelta del secondo vestito che il cliente ha portato, un blu elettrico terribile che qui in USA fa molto “donna in carriera di mezza età”.