Se non puoi sconfiggere il tuo nemico, diffamalo!

Screen Shot 2014-07-12 at 1.03.47 PM

Per me non è più una sorpresa, ma in qualche modo mi da ancora fastidio. La foto qui sopra rappresenta esattamente uno dei modi più meschini di fare pubblicità a sfondo ideologico qui negli USA.

Il banner recita “10 TV Shows che furono degli incubi dietro le quinte”. Fin qui niente di male. Se non che la foto mostra Bill Cosby, uno  dei personaggi pubblici che si è dimostrato più onesto nel  criticare la comunità nera americana. Non indugio in particolari, basta fare qualche ricerca su Google per saperne di più.

La sua presa di posizione lo ha ovviamente relegato ad un ruolo pari a zero nello show business americano, tutto proiettato ormai verso un fasullo e sterile approccio “politically correct” ed una continua ricerca di rendersi amiche le “minoranze” siano esse etniche, culturali o sessuali. Basta però scavare un millimetro sotto la superficie hollywoodiana, tutta luccicante, per scoprire che questa direzione è totalmente a senso unico… ma non mi dilungo.

Quanto la “bollatura” da parte dello showbiz vada volontariamente e chirurgicamente a ledere l’immagine chi chi sta “contro” appare chiaro da questo piccolo banner, pubblicato sulla homepage di Yahoo!

Cliccate sul relativo link  e scoprirete che l’inclusione del Cosby Show è solo per ricordare (diapositiva 23 su 29) come Denise Huxtable, una delle protagoniste secondarie, sia stata licenziata dai produttori dopo essere rimasta incinta. Non vedo nessun “nightmare” qui… o sbaglio? Quando alcune delle storie relative agli altri show fanno al contrario rabbrividire.

Ma il punto non è questo. L’oliata macchina della diffamazione non ha perso l’occasione di usare la faccia di Bill Cosby e uno dei più popolari ed amati TV show al mondo in un contesto negativo, che i lettori “allineati” riconosceranno immediatamente. “Ah certo, quel traditore di Bill Cosby, sicuramente dietro le quinte era un gran…”. E scommetto che nessuno proverà nemmeno a cliccare sul link per vedere quale sia il vero contenuto della storia collegata: la loro idea se la sono già fatta e una breve occhiata al titolo e alla foto basta per confermarla.

Sempre la stessa storia cari miei… Una lezione che si ripete nella storia politica a stelle e strisce: se non puoi sconfiggere il tuo nemico, diffamalo!