Archivi tag: fotografia digitale

Fotografi: svegliaaaa!

Non lasciate che Photoshop prenda il vostro posto. La fotografia è un’arte e una disciplina senza la quale il fotoritocco non avrebbe ragione di esistere. Sta a noi fotografi valorizzare il nostro lavoro e forse finalmente i clienti capiranno che senza una foto ECCELLENTE alla base di tutto non c’è fotoritocco che tenga. Se un fotoritoccatore guadagna $25 a immagine noi in proporzione dobbiamo guadagnarne almeno $100 se non $150.

Light Blaster parte II

Venerdì pomeriggio ho testato il Light Blaster con una persona reale, e devo dire che è ben diverso (e molto più difficile da gestire) rispetto a quando si usa un manichino. La modella si muove, ha capelli e vestiti che reagiscono in modo diverso alla “proiezione” e virtualmente nessuna superficie liscia da usare come “schermo”, a parte alcune zone della pelle. C’è poi il problema del surriscaldamento del flash inserito nel Light Blaster (che lavora sempre in Manuale a piena potenza) e anche l’aggiunto grattacapo di gestire la lunghezza focale e la messa a fuoco dell’obiettivo ad esso collegato. Ma il potenziale secondo me è ENORME e questo piccolo gadget da $100 mi ha ispirato molto.

Ecco comunque alcuni scatti che ho realizzato con la giovane Cece, una cantante e modella del Belize.

Il Light Blaster: una nuova aggiunta al mio arsenale

Essere creativi è difficile, spesso MOLTO difficile. Delle volte visualizzo dei risultati che poi faccio fatica a mettere in pratica. Mi piacciono le texture e i giochi di luce ma francamente preferirei realizzarli direttamente in-camera ovvero al momento dello scatto, e non dopo, in postproduzione al computer.

Ecco entrare in campo il Light Blaster (www.light-blaster.com), una cosa che ho visto mesi fa ad una fiera e alla quale non ho dato molta importanza, ma che poi mi è entrata come un tarlo nella testa e ho dovuto assolutamente averla.

In pratica permette di proiettare una diapositiva o una qualsiasi trasparenza sul vostro soggetto o sullo sfondo. È in pratica un mini proiettore di diapositive che però è alimentato dalla luce di un flash e dunque potente a sufficienza per non essere spazzato via dalla luce emessa dalle lampade da studio.

DSCN0019

Per $99 il Blaster è un portapellicola in plastica, dove da un lato dovete agganciare il vostro flash (qualsiasi marca va bene) e dall’altra un’ottica con baionetta Canon EF. Si regola la potenza del flash, si fa la messa a fuoco a seconda dell’effetto che si vuole via, pronti a scattare.

Ecco qui qualche esempio:

GIVI XS310

Questa settimana ho fotografato una borsa GIVI nata per essere montata sul coperchio delle nuove valige in alluminio Trekker Outback ma adattabile anche al portapacchi optional per la maggior parte dei bauletti GIVI Monokey®.

La prima foto mostra il setup: key light dall’alto, fill con uno stripbox (rapporto 2:1 – la fill light è 1/2 della potenza della key) piazzato frontalmente e due white board ai lati per abbassare il contrasto.

DSC_0191

La foto qui sotto mostra il risultato finale, nessun fotoritocco.

AMB_5422

Chimping: il vizio digitale

AMB_4403

Questa foto di gruppo che ho scattato prima delle heat di qualifica al Supercross di Houston rappresenta benissimo il “problema” del chimping, ovvero il vizio che ormai quasi tutti i fotografi hanno di guardare gli scatti sul visore delle loro reflex digitali.

Un lusso che ai tempi della pellicola nemmeno ci sognavamo 🙂

E voi siete colpevoli?

Lightroom CC Auto Tone Preset

La vista dalla mia stanza d’albergo a Daytona, in una giornata uggiosa verso sera: ho semplicemente applicato il Preset Auto Tone (Lightroom General Presets) in Lightroom CC e devo dire che il risultato mi ha sorpreso!

IMG_2270

Ecco come appariva la JPG nuda e cruda (Canon EOS SL1 e Canon zoom EF 20-35 3.5~4.5 USM – zoom 35mm, 1/60 sec a f5.0 ISO 160)

IMG_2270